Go to Top

Come ripulire correttamente il tuo dispositivo

Ripulire dispositivi di storage

Con la primavera alle porte molti di noi inizieranno a pulire ed ordinare la scrivania e la casa ma i nostri dispositivi elettronici? Ora è il momento giusto per “ripulirli” e aumentare lo spazio di storage per l’anno che abbiamo di fronte. Prima di iniziare a pensarci, dovresti chiederti quale risultato vuoi raggiungere con tale pulizia. Ad esempio, vuoi migliorarne le performance oppure aumentare lo spazio di memorizzazione? Vuoi disfarti dei documenti che non utilizzerai mai più? Oppure vuoi liberarti di tutto e iniziare da capo? Una volta che hai un obiettivo in mente, puoi scegliere l’opzione che meglio soddisfa le tue necessità.

I nostri consigli su come ripulire dispositivi di storage

In questo articolo proveremo a sottolineare alcuni concetti chiave che dovresti prendere in considerazione per ripulire il tuo dispositivo, indipendentemente che si tratti di uno  smartphone, di un PC o di un laptop.

Prima il backup

Per prima cosa, devi essere sicuro di aver eseguito un full backup su un dispositivo esterno come un hard drive USB. Certo, puoi procedere ed effettuare una copia dei soli file che pensi essere i più importanti ma cosa accade se ti dimentichi di qualche file e accidentalmente lo cancelli? Saresti impegnato a recuperare i tuoi dati quando invece volevi disfarti di essi.

Se non sei sicuro su come fare un backup nessun problema, abbiamo coperto questo argomento in un articolo precedente. Verifica di aver scelto un metodo che soddisfi te e i tuoi dati, una volta che hai stabilito come/quando effettuare il backup assicurati che tutto sia andato per il verso giusto. Non c’è niente di peggio che perdere i dati quando pensavi di aver fatto un backup sicuro a causa ad esempio di una corruzione. Nessuno vuole che capiti questa cosa!

Un hard disk esterno può essere acquistato online ad un prezzo conveniente e rappresenta una soluzione di backup perfetta per i dispositivi di ogni giorno. Se non ne possiedi uno, sicuramente vale la pena investire in un drive esterno poiché avrai l’opportunità di eseguire backup offline e conservare dati importanti in modo sicuro.

Inizia la pulizia

Una volta fatto il backup, puoi iniziare a guardare di quali dati puoi sbarazzarti. Un buon punto da dove cominciare è cercare informazioni duplicate; hai proprio bisogno di tenere 5 differenti PDF della stessa linea metropolitana di Milano sul telefono? Guarda cosa puoi consolidare e cancellare, spesso ti sorprenderai nel vedere quanta spazzatura hai raccolto.

Su PC e laptop puoi utilizzare l’utility Disk Cleanup per vedere di cosa puoi liberarti – lo trovi nel Pannello di Controllo o nelle impostazioni di sistema. Troverai che ci sono vecchi programmi e file temporanei che possono essere eliminati come pure altri file che il sistema operativo identifica come non necessari.

Un’altro modo rapido per liberare un po’ di spazio è cancellare la cronologia del browser e la cartella dei download (prima però verifica che all’interno non vi sia nulla di importante). In molti si accorgeranno di aver accumulato file non più necessari che non si vogliono conservare.

Servizi in Cloud

Un’altra strada da esplorare riguarda l’opzione dello storage in Cloud. In relazione a quanti dati tu abbia questa opzione può rapidamente diventare costosa e inefficiente, tuttavia se hai solo poche fotografie e file perché non farne il backup su servizi come Google Drive invece di tenerli tutti sul proprio hard disk? Hai la possibilità di utilizzare gratuitamente 15 GB di spazio con l’opzione di poter acquistare un upgrade se ne avrai bisogno successivamente. Inoltre, puoi accedere ai tuoi file da qualsiasi dispositivo cosa particolarmente utile se hai bisogno di aprire/modificare documenti mentre sei in movimento.

Di certo, la bellezza del Cloud è che di ogni cosa viene fatto un backup e non vi è un salvataggio locale, ciò significa che puoi ottenere maggiore sicurezza per i dati e allo stesso tempo

Qual è lo stato di salute del tuo hard drive?

Dal momento che stai liberando spazio sul tuo drive perché non verificarne anche le condizioni di salute? Esistono speciali tool in grado di entrare nelle profondità tecniche del tuo drive e verificare che tutto funzioni correttamente. Ci sono una molteplicità di opzioni gratuite; se non sai bene da dove iniziare un buon punto di partenza è scegliere un software con funzionalità S.M.A.R.T. Puoi leggere questo articolo per comprendere meglio di cosa si tratta, ma essenzialmente è un software in grado di mostrarti le condizioni generali del tuo drive in modo da poter conoscere in anticipo se il dispositivo è o non è prossimo ad un guasto.

Tuttavia, stai sempre in guardia, indipendentemente dal tool scelto, anche se sembra semplice da utilizzare. Alcune volte infatti può succedere che il software apporti, in modo accidentale, dei cambiamenti fatali al drive con possibile perdita dei dati. Se non sei assolutamente sicuro delle caratteristiche e di cosa faccia lo strumento oppure non ti senti proprio un tecnico allora è meglio chiedere suggerimenti a qualche esperto in IT invece di mettere a rischio le informazioni (oppure rinuncia del tutto ad utilizzare questo software).

Cosa fare se invece se ti vuoi sbarazzare di tutto?

Se vuoi completamente cancellare il tuo dispositivo ci sono molti modi di farlo, dipende dalle tue necessità. Se intendi riutilizzare il supporto potresti formattare il drive o se stai utilizzando uno smartphone/tablet eseguire un reset di fabbrica. In questo caso, dovrai poi andare riconfigurare tutto da capo. Inoltre, dovresti essere sicuro di aver prima fatto un backup (ed essere certo che funzioni).

La formattazione del drive potrebbe comunque consentire il recupero dei dati nel caso hai cancellato accidentalmente dei file. Mentre, se hai utilizzato un tool dedicato alla cancellazione sicura il processo è irreversibile e il recupero non sarà possibile… quindi stai attento!

Se invece preferisci cancellare tutto e poi donare/rivendere/riciclare il tuo dispositivo allora dovresti utilizzare un appropriato tool di cancellazione sicura dei dati per avere la certezza che ogni cosa sia stata eliminata per sempre.

Immaginiamo che tu non voglia vendere online il tuo laptop o il tuo telefono avendo lasciato all’interno i tuoi dati facilmente accessibili da chiunque. In base alle tue necessità puoi utilizzare diversi tool; per uso personale potresti pensare a software free oppure ad un esperto di IT che faccia l’attività per te. Se invece stai cancellando i dispositivi di un’azienda, devi utilizzare una soluzione di livello enterprise in modo da garantire la compliance dell’organizzazione alla normativa e alle policy aziendali.

Ripulire con cautela

Se stai ripulendo i tuoi dispositivi, è meglio per prima cosa effettuare correttamente il backup di tutto e poi procedere con cautela al fine di non eliminare dati che invece si vogliono mantenere. L’ultima cosa che vuoi fare è causare inavvertitamente una perdita di dati a causa di  una decisione avventata o eliminare importanti file di sistema. In altre parole, devi essere certo di aver deciso esattamente cosa rimuovere, in questo modo puoi definire il modo migliore di procedere certo di non provocare pericolose perdite di dati. Una volta fatto, prendi nota di ripetere l’operazione regolarmente; una buona “igiene” sui dati e delle corrette pratiche di backup non solo migliorano la sicurezza delle informazioni ma possono anche incrementare le prestazioni del tuo dispositivo – chi non lo vuole?!

Come fai a mantenere in ordine il tuo dispositivo? Fai una pulizia regolare nei tuoi dati?

Copyright immagine: maxknoxvill/pixabay –  CC0 Public Domain Lizenz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *